Questi livelli chiave e date potrebbero invalidare il modello Stock-To-Flow di Bitcoin

A questo punto, dopo il dimezzamento della Bitcoin, le aspettative erano che il prezzo della criptovaluta sarebbe stato molto più alto. Questa aspettativa è dovuta principalmente al modello stock-to-flow del Piano B – un metodo di valutazione basato sulla scarsità digitale dell’asset.

Ma prima che qualcuno scriva la teoria come non valida, un altro analista ha fornito livelli chiave e date da tenere d’occhio, che dimostrerebbero che il modello non è valido se non viene raggiunto in tempo. Ecco le date e i livelli più importanti e critici per questo metodo di valutazione che rimangono accurati.

La fiducia nel modello Stock-To-Flow del Piano B sta iniziando a calare

„50 mila dollari entro maggio 2020“ è stato un obiettivo comunemente sentito per tutto il 2019. Quell’obiettivo di prezzo ha fatto sì che a metà del 2019 la criptovaluta salisse a 14.000 dollari, tanto più credibile che stesse iniziando una nuova corsa dei tori.

Ma 14.000 dollari sono andati e venuti, con il risultato di un altro viaggio ripetuto per tornare sotto i 4.000 dollari il Giovedì Nero. Ora, Bitcoin Era è tornato a testare i massimi dell’anno scorso, ma da allora non è stato in grado di testare il top del 2019, né il suo massimo del 2017 di tutti i tempi.

È questa debolezza, o la calma prima della tempesta? L’unica cosa che fa sperare, tuttavia, per gli investitori criptici, è l’influenza del dimezzamento del patrimonio – un impatto che non si riflette ancora pienamente nell’azione dei prezzi.

È stato il dimezzamento durante i cicli passati che ha mandato il prezzo dell’asset in parabolica e a livelli record. Questa volta, però, la Bitcoin non ha reagito allo stesso modo.

Non c’è stata nessuna spirale di morte post-salvataggio, nessun decollo come un razzo a causa della tenuta improvvisa dei minatori, e il prezzo non è affatto vicino al target di 50 mila dollari entro maggio.

Diversi obiettivi rimangono basati su questo modello, che un analista sostiene che se Bitcoin non lo raggiungerà, dimostrerà che il modello del Piano B non è valido, e non lascerà alcuna discussione.

Secondo l’analista, i livelli di invalidazione Bitcoin S2F e le date da tenere d’occhio

Secondo un analista di crittografia che presenta un possibile argomento contro il modello S2F di Piano B e tutti i suoi aggiornamenti. Per ognuna delle tre varianti del modello S2F sono indicati tre livelli e date distinte.

Il modello è stato adattato, tra l’altro, per tener conto delle monete di Satoshi. Nel grafico sopra riportato, ogni livello di invalidazione è chiaro.

Affinché il modello S2F originale „OG“ si riveli non valido, Bitcoin avrebbe bisogno di commerciare al di sotto di $20.000 nel maggio 2021, al di sotto di $30.000 nel settembre 2021, o al di sotto di $50.000 nel gennaio 2022.

Il prossimo dado da rompere è il modello S2F aggiornato, che corrisponde alla prima data e al primo livello a $20.000, ma che alza la posta in gioco a $40.000 nel settembre 2021. Questo lascia un obiettivo di 80 mila dollari in tempo per gennaio 2022. Qualsiasi negoziazione al di sotto di questi prezzi schiaccerà le aspettative intorno a queste teorie.

La versione di valutazione più alta, il modello S2FX, modifica gli obiettivi di invalidazione a 30.000 dollari nel maggio 2021, 90.000 dollari entro settembre 2021 e 200.000 dollari o più a partire da gennaio 2022.

Anche se il Bitcoin aumenta rapidamente a causa della sua scarsità, potrebbe davvero passare dai 10.000 dollari attuali a 200.000 dollari in meno di due anni? È più o meno lo stesso tempo che ci è voluto perché il Bitcoin passasse da 1.000 a 20.000 dollari, quindi non è impossibile.

Tuttavia, se uno di questi livelli di prezzo non viene raggiunto, altre teorie, come l’allungamento dei cicli basati su una curva di adozione, diventeranno molto più convincenti e credibili. Se questo è il caso, alla fine, e il dimezzamento non è tutto rose e fiori, potrebbe volerci un bel po‘ di tempo prima che il ciclo successivo raggiunga il suo picco.